La Sagra dell’Uva e il profumo delle vigne!

Grazie innanzitutto a d8r6! 😉
Mi sono dimenticata di aggiornarvi sugli ospiti della festa del mio paese. Oddio, messa così sembra una sagra con i vecchietti che ballano il liscio, ma vi assicuro che non lo è!
Sto parlando della “Sagra dell’Uva” a Cupramontana, un paese di 5000 anime (quello di cui vi parlo spesso e dove vivo, è una sua frazione, di appena 100 abitanti), che si risveglia proprio in questo periodo.
Dovete sapere che nella mia zona praticamente ci sono solo vigne. In questo periodo inizia la vendemmia, si sente l’odore dell’uva, del mosto (si mangiano i biscotti e le ciambelle di mosto, che buoniiiiiiiiiii) i trattori che passano ogni 10 minuti carichi di uva nera o bianca, che perdono qualche acino per strada lungo il tragitto. Le cantine che si animano, i giovani (a dir la verità quest’anno ne hanno presi ben pochi) che si iscrivono per “‘nnà a vendegnà” e ritornano esausti alla sera.
Sì, insomma una grande festa.
Ovviamente adesso è tutto più cauto e tranquillo, molto meno festaiolo di una volta.

Mio padre mi racconta sempre che la vendemmia era il periodo e l’attività dei campi che preferiva! C’era la pista, la battitura, la semina, ma la vendemmia era il periodo migliore. Non era tanto caldo e non si “schiattava de caldo” nei campi, l’odore del vino e le tavolate enormi con 20 persone erano una vera festa. Le famiglie erano tante, quindi i “lavoratori” si scambiavano i favori, oggi vendemmio io da te, domani tu da me! E quindi le tavolate erano sempre piene!

Oggi ci sono ancora le tavolate che festeggiano la fine della Vendemmia, ma non con lo stesso spirito di una volta.

Beh, in ogni caso, la “Sagra dell’Uva”, o la Festa dell’Uva, come la chiamiamo noi cuprensi è rimasta. Vanta una tradizione decennale, quest’anno festeggia i 76 anni, ovviamente non consecutivi, essendoci anche la guerra di mezzo.
Questa è una vera festa!

I cuprensi ne vanno matti. Cioè, proprio si impazziscono. Oltre che bere Verdicchio a fiumi, che vabbè, fa parte del gioco, si emozionano proprio, ci si preparano un mese prima, come se fosse festa nazionale.
(Dico i Cuprensi, perché a me non fa questo stesso effetto!!).

Beh, le giornate sono ben organizzate non c’è che dire! E tutte le sere (tranne il giovedì) c’è un cantante famoso!!
Eccovi qua quelli dell’edizione di quest’anno!
Immagine

Poi ovviamente non finisce con i cantanti, il sabato c’è il Palio della Pigiatura (eh sì, proprio come si faceva una volta…con i piedi!!!!) e la domenica la sfilata dei carri allegorici (decorati interamente con acini d’uva, questi sì che meritano di essere visti!).

Insomma una bella festa di cui andare orgogliosi!!
Se passate per le Marche, ve la consiglio assolutamente!! Ovviamente insieme a un buon bicchiere di Verdicchio..diciamo che l’acqua in questo periodo è severamente vietata a Cupramontana! 😀

Stay free
Kaylali

Annunci