..é questa la magia di Gardaland!!

Ehilà, lettori, scusate per l’assenza. In questi giorni sono molto impegnata, ma per adesso non posso svelarvi la causa..pazientate, pazientate!! Intanto vi racconto la giornata bellissima trascorsa a Gardaland.
Iniziamo con questa:
Immagine
Cioè. L’albero di Prezzemolo, e ho detto tutto.

È stato bellissimo poter piombare per una giornata intera nel mondo delle favole. E bambina ci sono diventata davvero. Ero proprio contenta e serena, senza pensieri per la testa se non del tipo: “Dov’è Prezzemolo che voglio farmi una foto con lui?” o “Quanto dovremmo aspettare per salire su questa attrazione?”.

La giornata è stata bellissima. Sia per il clima, caldo torrenziale stemperato da, Dio li benedica, i molti giochi d’acqua, sia per la compagnia. Eravamo in tre, io e due mie compagne d’università, il numero giusto per non creare troppi problemi, e i tipi di persone adatte a godersi appieno il parco: né troppo fifone, né troppo spericolate.

Premetto, HO FATTO IL BLU TORNADO. Cioè, parliamone. Io, fifona di natura, sono stata persuasa a fare il BLU TORNADO. Non vi dico il panico che mi ha assalito giusto giusto 2 secondi prima di sedermi, e il modo in cui stavo stritolando la protezione……..mi ero ripromessa di tenere la mano alla mia amica perché così mi fossi sentita più sicura, ma quando sono arrivata lì non ho mollato la protezione! Alla fine, tanta paura per niente..il giro è durato davvero poco!

Abbiamo fatto quasi tutte le attrazioni, tranne quelle troppo spericolate..e poi, beh, poi sono arrivata da lui..

Immagine

Tutto coloratissimo e lucentissimo, tutto …issimo, insomma!!! Ci sono i negozi delle caramelle con la parete d’acqua, il trenino, i funghetti che spruzzano l’acqua, senza ombra di dubbio è la parte migliore del parco! E dovreste vedere gli sguardi dei bambini..meravigliosi!
E mi è venuta una voglia matta di lavorare a Gardaland! Come si fa a non voler lavorare là dentro? è vero, da spettatore fa un altro effetto rispetto a doverci lavorare tutto il giorno, ma, se proprio non dovessi trovare nient’altro, questa potrebbe essere un’ottima alternativa!

Soprattutto questa idea mi è balenata in testa quando ho assistito a questo episodio; chiamatela deformazione professionale o quello che volete, ma mi si sono contorte le budella.

Turista all’interno del parco, in inglese, si rivolge alla responsabile di quella attrazione: “Excuse-me, is this Prezzemolo’s House?”.
Lei: “no. Dis is not la casa di prezzemolo. Dis is house all around.[gesto inequivocabile dell’all around] prezzemolo’s house è alla prossima porta”.

Cioè, veramente, no, vi prego. Almeno all’interno di un parco nei pressi del Lago di Garda. Non dico di saper parlare tedesco (il tipo e la sua famiglia erano tedeschi), ma almeno inglese.

E poi ci sono persone che si ostinano a ripetermi: “Ma perché studi l’inglese, tanto adesso LO SANNO TUTTI”.

BAH.
Comunque lasciando questo episodio, la giornata è passata proprio alla grande. Per la prima volta sono entrata in un parco alle 9, orario d’apertura e me ne sono andata alle 23, orario di chiusura. Ero esausta, eh, s’intende, ma proprio soddisfatta!!!!! Dovreste vedere le mie foto, sfoggio in tutte una faccetta proprio contenta..tipo una bambina che ha esaudito il suo sogno!! Ah, se ve lo state chiedendo..OVVIAMENTE L’HO FATTA LA FOTO CON PREZZEMOLO! Addirittura due, con lui e tutti i suoi amici. E altre due pure con Sid e Scrat dell’Era Glaciale..insomma, sono apposto per un bel po’!!

Stay free..and children.

Baci

Kaylali

Annunci